Blog


L'ABC DI DOLOMITICS, E come E-BIKE 

Dopo un'intensa stagione estiva, riprendiamo la rubrica “ABC di Dolomitics” con una nuova lettera: la E. Nel nostro caso, E come emozione, ma anche E come e-bike. L'emozione, la prima sensazione che si risveglia in noi quando ci troviamo di fronte alla bellezza di un paesaggio unico come quello delle Dolomiti, è senza dubbio una grande emozione…E' l'emozione di esserci, l'emozione di viverle, di scoprirle e ammirare la loro ipnotica maestosità E' L'emozione di percorrere le loro strade…[CONTINUA A LEGGERE]


 

THE STORY OF LA DOLOMITICS – ANDREA ZAMPERETTI – DOLOMITI

Senza titolo-22Quando si decide di partecipare ad un evento sportivo come una randonne di questo livello /dislivello non puoi inventarti niente per caso, tutto deve combaciare perché la macchina fisico abbia potenza e resistenza per poterlo superare. Allenamenti costanti, alimentazione attenta, sana, rinunce e fatiche che diventano stile di vita, senza se! senza ma! lo devi fare e basta!.. con grande determinazione per te stesso e per il risultato che ti sei prefissato. Siamo partiti con l'entusiasmo di un bambino, la saggezza di un adulto e la preparazione degna di un professionista. Guidare una bici sembra cosa da poco, facile, non è così, ci vuole concentrazione specialmente quando nelle discese la lasci andare dai sessanta agli ottanta all'ora, lì non puoi sbagliare niente, non si deve sbagliare niente. La randolomitics non lascia al caso niente, preparazione, testa, cuore devono essere in sintonia perfetta…[CONTINUA A LEGGERE]

 


THE STORY OF LA DOLOMITICS – NICOLA LENZI – FIEMME

Senza titolo-22Si può passare una notte agitata per colpa di una Salita ? Due giorni dopo la Monaco – Ferrara dei primi di maggio, navigando su internet,  vengo colpito da questa Randolomitics; manifestazione che si svolge da qualche anno con partenza dalla Val di Fiemme il primo fine settimana di luglio che tocca i principali passi Dolomitici. Tra i percorsi che si possono affrontare, opto per il "Fiemme", 250km circa con dislivello positivo di 6500 metri…8 Passi Dolomitici da scalare, tra cui il temibile Fedaia da Caprile…
Nell'ordine: Valles-Fedaia-Sella-Gardena-Valparola-Pordoi-Costalunga-Pampeago…solo a pensarci mi gira la testa…
Cavoli ! (penso)….non sono mai andato oltre i 4000 D+, proviamo ?! certamente….le sfide mi attraggono…[CONTINUA A LEGGERE]


L'ABC DI DOLOMITICS, IL FRENO A DISCO

DDopo la pausa estiva che ci ha visti impegnati durante gli eventi Dolomitics, riprende la rubrica "l'ABC di Dolomitics". Siamo alla lettera "D" e come per le altre lettere gli argomenti da trattare sarebbero davvero tanti ma forse uno degli argomenti più caldi di questo ultimo anno sono senza dubbio FRENO A DISCO. D come Disk o Disco, tanto amato quanto odiato, discusso, vietato e poi riammesso. Cercheremo in 10 punti di sfatare alcuni "miti", credenze e chiacchiere da bar su questo particolare componente…. [CONTINUA A LEGGERE]



COME MIGLIORARSI IN SALITA – I CONSIGLI DI DOLOMITICS

ec0e8f13-c915-456a-8764-68ccf31b22a3Siamo in aprile, le temperature cominciano ad essere gradevoli e la voglia di spingersi in alto aumenta ad ogni uscita ma non sempre il nostro stato di allenamento corrisponde con quello che vorrebbe fare la nostra testa. Le prime salite sono sempre una sofferenza per tutti ma si dice che per essere forti in salita bisogna pedalare in salita. Leggenda metropolitana o semplice verita?
In questo breve articolo cercheremo di darvi qualche semplice consiglio per aumentare la vostra attitudine al pedalare in salita con un impegno fisico e "logistico" abbastanza agevole.
Le tre basi per migliorare il vostro gesto e quindi "volare" in salita  dipendono da tre fattori che incideranno poi sul vostro rapporto peso/potenza o watt/kilo e sono Forza-Cadenza-Soglia… [CONTINUA A LEGGERE]

 


L'ABC DI DOLOMITICS, IL CAMBIO

CSiamo alla lettera "C" della rubrica l'ABC di Dolomitics. Gli argomenti con questa lettera sarebbero stati davvero tanti (cerchio, canotto, cadenza, ciclocomputer) ma abbiamo scelto quello più interessante e sicuramente più articolato, ovvero il cambio, il componente più importante dell'intera bicicletta e che consente ti "trasformare" la forza impressa sui pedali in movimento. Ci piacerebbe anche spiegarvi come siamo arrivati agli attuali cambi in commercio e cercheremo di farlo molto brevemente perchè, anche qui, potremmo dedicare un articolo a parte. [CONTINUA A LEGGERE]


GLI ESERCIZI IN PALESTRA NEL PERIODO INVERNALE 

PALESTRAIn un'epoca dove il ciclismo amatoriale è più "professionistico" di quello vissuto da chi lo fa davvero per lavoro a volte trascuriamo il periodo invernale che può essere vissuto come un periodo per "staccare la testa" dalla strada e per cominciare nuovamente a lavorare sul proprio corpo partendo dalle basi. Queste settimane/mesi possono costituire le fondamente per una buona stagione agonistica oppure più semplicemente per aumentare il comfort in sella senza vivere i normali fastidi che la posizione in bici ci provoca.  [CONTINUA A LEGGERE]


7 CURIOSITA' SUL MONDO DELLA BICI 

Senza titolo-1Sono davvero tante le curiosità che ogni giorno si scoprono sul mondo della bicicletta e la sua storia ed è per questo che confermiamo quanto sia meraviglioso questo sport. Con la rubrica di Dolomitics vogliamo riassumervi "Le 7 curiosità dal mondo della bicicletta" e che forse ancora non sapevate [CONTINUA A LEGGERE]

 


L'ABC DI DOLOMITICS, IL BIKEPACKING

BIKEPACKING

Siamo al secondo appuntamento con la rubrica "L'ABC di Dolomitics" ed oggi vi parleremo con la lettera "B". Nel blogpost inaugurale con la lettera "A" vi abbiamo parlato di appendici e attacco manubrio, se ve lo siete persi cliccate QUI' per rileggerlo.

Sempre più spesso tra gli amici, sui social e online si vede e si sente parlare sempre più di “Bikepacking”.
Nella rubrica mensile “ABC di Dolomitics” quindi abbiamo deciso di dedicare la lettera “B” proprio a questo nuovo modo di affrontare le lunghe distanze in bici. 
Buon lettura….[CONTINUA A LEGGERE]


VIAGGI IN BICICLETTA: i 5 migliori viaggi da fare almeno una volta nella vita

Nella vita impara ad essere viaggiatore e non turista: se la vita è come una strada, la bicicletta è, certamente, il miglior mezzo di trasporto per potersela godere; che sia in salita o in discesa. Noi di Dolomitics questo lo sappiamo bene ed abbiamo pensato di selezionare per voi 5 destinazioni da sogno tutte da godere e percorrere in sella alla nostra fedele alleata. Scopriamole insieme [CONTINUA A LEGGERE]


L'ABC DI DOLOMITICS, APPENDICI E ATTACCO MANUBRIO

ACon questo nuovo appuntamento periodico vogliamo spiegarvi in modo semplice e leggero cosa sono, quanti sono e come si chiamano i componenti della vostra bicicletta da strada. Come vogliamo farlo? Aiutandoci con l'alfabeto e quindi ogni settimana pubblicheremo un piccolo articolo utilizzando le lettere iniziando ovviamente dalla lettera A  [CONTINUA A LEGGERE]

 

 


IL FONDATORE DI DOLOMITICS INTERVISTATO DAGLI AMICI DI CYCLINGINLOVE

Gli amici del Blog CYCLINGINLOVE hanno realizzato un'intervista al fondatore del progetto Dolomitics, Maurizio Barbolini, come è nato il progetto, cosa ha spinto Maurizio ha creare gli eventi e qual'è il "motore" che ogni giorno vede far nascere nuove idee e nuove sfide per il Dolomitics Cycling Club. 
Vi lasciamo all'intervista integrale ringraziando Filippo e Manuela per questa opportunità: [CONTINUA A LEGGERE]


IL PERCORSO DOLOMITI DELLA RANDOLOMITICS VISTA DAI RAGAZZI DI BKLK

Ogni mercoledì sera porto fuori la spazzatura, guardo il cielo e mando un messaggio a Enrico con scritto “Serata ideale per partire per il Marocco”. E’un rituale consolidato che ha acquisito nel tempo un significato: la distanza tra la casa e il Marocco è un’unità di misura: quella distanza si può coprire in bicicletta in un tempo ragionevolmente breve, oltre no. Per testare la consistenza di questa idiozia che ci fa sentire alternativi ogni tanto ci avventuriamo in qualcosa di irragionevole. La Randolomitics è stato l’ultimo “qualcosa”. Il percorso duro altrimenti niente. Con la gamba che riesco a procurarmi ogni anno con circa 45 ore di bicicletta al mese ci iscriviamo. Per scelta non so molto del percorso, se non che sono circa 450 chilometri per 14.000 metri di dislivello spalmati su 17 salite. L’organizzatore mi fa sapere che conoscere il percorso non è rilevante, basta tenere a mente che se stai pedalando in pianura vuol dire che hai sbagliato strada. Apprendo che dovrebbe essere più estrema del Valtellina Extreme e che le salite dure, in fondo, sono solo tre: Manghen, Fedaia e Pampeago. In quest’ordine. Al limite si può aggiungere il Giau. Personalmente, guardando l’altimetria, mi verrebbe da dire che, se devo scegliere tra quattro salite, sostituirei il Giau con qualcos’altro, e che comunque le salite dure sono più di tre. Ma sono dettagli. Parole che fanno parte del gioco, che alimentano il gioco e che svaniscono alle 7 di sabato mattina, quando si parte. Partiamo piano e siamo ultimi allo scollinamento del Valles. Saltiamo via San Pellegrino e Pordoi. La Rando è un gioco di testa: individui i momenti cruciali e aspetti…[CONTINUA A LEGGERE]


UN HOTEL A MISURA DI CICLISTA

Un paio di settimane fà vi avevamo raccontato della splendida ospitalità ricevuta presso il Bike Hotel Panorama di Panchià, in Val di Fiemme, nel quale abbiamo pernottato in occasione dell’evento ciclistico Randolomitics. Siamo stati talmente bene che non vedevamo l’ora di provare i servizi che l’hotel mette a disposizione dei ciclisti!
Sabato scorso, partita da Bassano del Grappa, sono arrivata a Panchià, dopo 155 chilometri, 3000 metri di dislivello e 9 ore in bici. E’ stata la mia prima volta in bici con uno zaino in spalla, la prima volta che affrontavo due passi impegnativi (Brocon e Rolle) nella stessa giornata e il primo week end trascorso fuori sempre in bicicletta.
In altre circostanze sarei partita con qualche preoccupazione e pensiero in più, ma sapere che all’arrivo sarei stata accolta e coccolata dal personale del Bike Hotel Panorama mi ha fatto pedalare tranquilla…[CONTINUA A LEGGERE]


IL BLOG CYCLINGINLOVE PARLA DI NOI E DI RANDOLOMITICS 

Quando Maurizio, organizzatore del Dolomitics Cycling Camp, ha lanciato questo invito, non ci abbiamo pensato due volte: si!
Già lo scorso anno, tramite i social, eravamo venuti a conoscenza di questo evento ciclistico: una randonnee (manifestazione non competitiva che comprende uno o più percorsi, solitamente superiori ai 100 km, da fare in bicicletta) ambientata interamente sulle Dolomiti.
Giunta alla quarta edizione, la Randolomitics attrae sempre più ciclisti che vogliono mettere alla prova la propria resistenza su alcuni dei passi alpini più famosi del mondo: Giau, Fedaia, San Pellegrino, Manghen…[CONTINUA A LEGGERE]